Biografia
Luca Zarattini (Comacchio, 1984) è soprattutto legato al fare artistico, facendo della pittura il proprio mezzo principale di espressione e comunicazione. Inesauribilmente curioso, si esprime contemporaneamente mediante altri media quali la scultura, l’installazione, il video e la musica, coniugando la propria attività pittorica con la sperimentazione dell’immagine su supporti non convenzionali. Corpi, volti, nature morte, interni domestici dialogano e prendono vita su lastre di ferro lasciate trasformarsi dalla lenta azione del tempo, su falde di plastica industriale trattate con la fiamma ossidrica come fosse un pennello; su tavole di legno, preparate con materiali propri dell’edilizia come cemento, stucco, colle, cera. Da ricordarsi in questi ultimi anni di attività, oltre a diverse mostre personali e collettive sparse sul territorio italiano ed europeo, la vittoria al “Premio Niccolini” e “Un’opera d’arte per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia” di Ferrara, al “Premio Sasyr” di Castellina in Chianti e le selezioni tra i finalisti ai Premi “Carlo Bonatto Minella” di Rivarolo Canavese, “ArteamCup” di Venezia e al “Premio Lissone”. Da sottolineare inoltre la partecipazione alla mostra collettiva "In viaggio con Calvino", presso la Casa dell’ Architettura di Roma e alla seconda edizione della Biennale del Disegno di Rimini.

Opere edizioni precedenti

2018
tecnica mista su carta intelaiata
99,5 cm x 145cm