and the world smiles with you

Edizione: 
2019
Larghezza: 
22
Altezza: 
30
Anno Opera: 
2018
Tecnica
collage, pittura
Descrizione
L’opera presentata è un manifesto visivo di una nozione neuroscientifica, ossia quando i muscoli facciali vengono mossi a formare un sorriso, qualunque sia lo stato mentale che si vive, il nostro cervello scarica endorfine dandoci un senso illusorio di gioia. L'espressione sorridente grottescamente sfoggiata dalla figura, tesa dalle braccia del “fanciullo interiore” che spesso si rilega in qualche oscuro meandro della coscienza, sprigiona con movimenti parabolici un’ondata di sorrisi simboleggiante l’energia positiva che irradia una persona di buon umore - anche se esso è apparente; nemmeno il più largo dei sorrisi è in grado di nascondere la sofferenza della donna, che punge lo spettatore con lo sguardo. Indossare un sorriso di per sé non risolve alcun problema, esso non è altro che un palliativo, in questo caso, all’impotenza radicale di fronte alle situazioni che la vita pone, che tuttavia vanno affrontate - meglio se con una buona dose di endorfine in circolo.