Giuditta e Oloferne

Edizione: 
2018
Larghezza: 
50
Altezza: 
60
Anno Opera: 
2018
Tecnica
olio e acrilico su tela
Descrizione
Ho sempre trovato il tema della "Giuditta" uno dei più interessanti fra quelli biblici, essendo largamente interpretabile. Ho deciso quindi di dargli la mia visione personale: non vi è un vero vincitore nella mia opera. Giuditta, trionfante e immersa nell'oscurità, è investita dalla luce, ma nella stessa vi è anche la sua vittima, Oloferne, seppur esso sembri non godere della stessa luce "purificatrice" o "divina". Ho voluto mettere in discussione i ruoli delle due figure, il cosidetto rapporto "vittima-carnefice" da cui deriva anche lo sfondo piatto, che vorrebbe scindere nettamente il bene dal male, ma i colori si ritrovano invertiti rispetto a quello che dovrebbero essere. E questo ci fa dubitare di questi cosidetti "principi assoluti".