identità spirale

Edizione: 
2019
Larghezza: 
42
Altezza: 
35
Profondità: 
27
Anno Opera: 
2017
Tecnica
resina impregnata
Descrizione
Con la mia ricerca amo creare geometrie puntando a cortocircuitare la percezione dell'insieme in chi le guarda. Congruenti con le esperienze della ricerca gestaltica nell'arte cinetica e programmata, soltanto che il pattern usato (il modulo ripetuto, girato, specchiato e deformato) è un frammento del corpo, il mio: il polpastrello di un dito, il tessuto epiteliale di una mano. Frammenti riportati a matrici ordinate ma, e qui è la differenza con l'arte gestaltica, che appartengono al corpo: geometria viva e pulsante e nello scoprirne l'origine sta la meraviglia dell'osservatore. Nel riconoscimento di ciò che il frammento rappresenta, il freddo della serie lascia spazio al caldo della vita.