Iperuranio

Edizione: 
2018
Larghezza: 
90
Altezza: 
100
Anno Opera: 
2017
Tecnica
mista su tavola
Descrizione
Iperuranio è il primo ciclo di opere su tavola di Iacopo Pesenti. L’artista propone visioni raffreddate e siderali, disperati galleggiamenti solitari, innominabili tensioni, ma anche aperture luminose e intermittenti e intenerimenti grafici. Gli oggetti («sostanze di densità e peso specifico improbabili») non sono identificabili, come anche lo spazio, ostile alla vita, non si presta alla misurazione. Le scene sono composte da proiezioni sonore di oggetti. Dall’attrito di questi elementi lucidi nascono nuove forme - mentre misteriosi legami tubolari attraversano i frammenti come possibile trama. È la mappatura di un mondo ancora sconosciuto, «oltre i limiti del campo visivo che separa uno scorcio dall’altro». La pittura lascia che il soggetto si incurvi sotto la pressione di una forza che proviene dall’esterno della scena: ogni cosa che cada oltre tale orizzonte subisce una dolorosa rettifica - pulizia spietata dello sguardo? (testo di Alberto Pellegatta)