Lo Sguardo DENTRO | DENTRO lo Sguardo

Edizione: 
2015
Larghezza: 
35
Altezza: 
35
Anno Opera: 
2015
Tecnica
Fotografia digitale
Descrizione
Il progetto fotografico è nato da una mia esperienza personale di Foto Terapia con un terapeuta di gruppo ad orientamento cognitivo. Le persone coinvolte soffrivano di depressione. Dall’utilizzo delle fotografie come strumenti terapeutici, la mia ricerca si è orientata verso un approccio concettuale realizzando fotografie delle iridi dei pazienti che sono diventate “orme” della mente, specchi della vita, riflessi del presente o memorie sospese del passato. Ne La camera chiara Roland Barthes distingueva in quali modi possiamo porci rispetto alla fotografia: il fare, modo dell’Operator – cioè il fotografo; il subire, modo dello Spectrum – cioè colui che è fotografato; il guardare, modo dello Spectator – cioè lo spettatore, colui che guarda. Se da un lato l'iride si pone come Spectrum - oggetto dello scatto - dall'altro assume il ruolo di Operator - colui che osserva. Lo Specator è fruitore e oggetto delle fotografie in quanto "subisce" gli Sguardi ed entra in relazione con essi. Il progetto è composta da 9 fotografie 35 cm X 35 cm , stampa UV Hires flatbed su plexiglass.