LXI

Edizione: 
2019
Larghezza: 
50
Altezza: 
50
Anno Opera: 
2019
Tecnica
grafite e acrilico su legno
Descrizione
LXI - Ogni cosa che osserviamo può essere ricondotta a un disegno geometrico regolare, questo indica che ogni cosa non è casuale ma frutto di un progetto, pensiero o logica. Infatti il progettare indica un atto di pensiero prima del concepimento dell’opera, il concetto di metafisica come costruzione geometrica, dove l’insieme delle forme creano un simbolo, o sigillo. Il sigillo diventa il punto focale dell’opera che viene arricchita da tratti e disegni che ne derivano dalla sua osservazione. L’aspetto figurativo tipico del simbolismo tradizionale viene invertito a ritroso, dove non è più il simbolo ad essere rappresentato razionalmente ma viceversa è la sua raffigurazione ad essere annullata. Il procedimento viene fatto inversamente, riportando l’idea astratta alla base dell’opera alla sua essenza primordiale. Il titolo fa riferimento all’esagramma n° 61 dell’Iching, ovvero, la verità interiore.