Magenta stilo along the river

Edizione: 
2019
Larghezza: 
140
Altezza: 
100
Anno Opera: 
2019
Tecnica
stampa digitale su carta Hahenmuhle Photo Rag montata su dibond
Descrizione
Siamo sulla riva di un fiume, l’immagine vede un oggetto in primo piano che si staglia su un paesaggio torbido, c’è foschia e umidità. Potrebbe essere, invece non vi è nessuna ambientazione ed il fluire di fondo è formato da linee digitali che definiscono uno spazio virtuale, il quale tenta di connettersi all’oggetto maestoso che si rigira davanti a noi. Lo scanner è l’occhio che fotografa la scena, deformando il soggetto e mettendo in primo piano ciò che lo tocca, tutto il resto è fuori dal suo fuoco. L’opera parla di un contatto tra due superfici estranee: il vetro dello scanner ed il tessuto naturale che lo tocca, è un viaggio intra-cutaneo, il collante è il gesto pittorico che usa la linfa della pianta come pigmento. Sporcizie e graffi sono l’habitat di una forma che è in divenire e finirà il suo processo nella mente del fruitore il quale definirà cosa sta guardando. E’ una riflessione sull’atto fotografico usando un mezzo para fotografico ma che permette di allungare lo scatto.