Oggetti bendati #1

Edizione: 
2019
Larghezza: 
15
Altezza: 
7
Profondità: 
15
Anno Opera: 
2018
Tecnica
scarpe, bende gessate
Descrizione
“Aggiungi che nel ritornare di molti cicli del sole/ l’anello al dito si logora, sotto, a portarlo,/ il cadere della pioggia incava la pietra, l’adunco vomere/ ferreo dell’aratro nascostamente s’attenua, nei campi, [...]. Che questi oggetti si assottigliano, giacché consumati, vediamo:/ ma quali corpi se ne allontanino in ogni momento, questo/ la natura, invidiosa, ci ha negato di scorgere”. (Lucrezio, De Rerum Natura) Oggetti bendati è il titolo di una serie di lavori tuttora in corso d’opera. Bendando un oggetto nel tentativo di conservare unite tutte le sue parti e quindi di impedire al tempo di posarsi sulla sua superficie, mi rendo autrice di un tentativo inutile; il tempo si insinua sotto le bende e si riappropria dell’oggetto. Le scarpe ammuffiscono e la materia viva si riappropria del contenitore, restituendo a noi l’immagine esatta dell’oblio, la prova tangibile della natura labile delle cose.