Paesaggi Fluidi

Edizione: 
2019
Larghezza: 
400
Altezza: 
250
Profondità: 
250
Anno Opera: 
2019
Tecnica
filo di ferro
Descrizione
I paesaggi fluidi sono installazioni site specific, con DIMENSIONI VARIABILI a seconda del luogo. Si muovono nello spazio del divenire, registrando la fluidità dell'essere in una società altrettanto fluida. L' installazione parte dalla raffigurazione di un mio schema prospettico ed architettonico che corrisponde ai miei paesaggi esistenziali, vengono posti in uno spazio comune, in relazione con altre esistenze. Il filo di ferro mi permette di registrare il mutamento di questi paesaggi. Li definiscono fluidi proprio perché si pongono in uno spazio che è sia statico (quello dell'architettura, che uso come sostegno per i miei fili) che dinamico (quello del vuoto che si crea tra un'architettura e l'altra) il vuoto rappresenta lo spazio del divenire è il luogo dove le cose accadono. Le mie installazioni creano una connessione tra questi due spazi mettendo a nudo le caratteristiche effimere ma anche quelle statiche e strutturali dell'esistenza umana.