Riflessioni

Edizione: 
2019
Larghezza: 
50
Altezza: 
35,32
Anno Opera: 
2018
Tecnica
fotomontaggio
Descrizione
II progetto sviluppato ha come soggetto d'indagine la fonte luminosa, propagata nelle sue fasi invisibili da un lampadario di vetro, moltiplicato nello spazio oscuro spaesante per l'osservatore. La luce agisce sulla coscienza dell'osservatore, per instaurare in esso un processo di introspezione. Il pubblico può rispecchiarsi nella fotografia che, se osservata con maggiore attenzione in un secondo momento, manifesta l’apparizione di uno pseudo-sguardo, evidente nei fuochi dei lampadari, metafora delle iridi di due occhi, intesi come specchio dell’anima. L’opera osserva intensamente lo spettatore, da ipnotizzarlo nella riflessione su di sè, quella fase apollinea che consente a ciascuno di noi, di fermarsi dal caotico e incessante divenire quotidiano. L’intersezione fra i due lampadari, come un terzo occhio, rinvia a un’immagine di uno spirito pensante, simboleggiato da un’intensa luminosità. Lo scopo del progetto riguarda la propagazione delle radiazioni luminose allo spirito umano.